Il Carnevale di Fano tra passato e presente

Secondo gli storici il Carnevale di Fano è il più antico d’Italia. Da un documento conservato negli archivi comunali l’origine del carnevale fanese risale al 1347, epoca del governo malatestiano in città. Secondo le leggenda il carnevale sarebbe nato dalla riconciliazione tra due famiglie rivali del tempo, i Del Cassero e i Da Carignano. I festeggiamenti si volgevano allora durante la “settimana grassa” (l’ultima del carnevale). In epoche più recenti , nel 1872, viene istituita la “Società della Fortuna”, un comitato che avrà l’incarico di organizzare l’evento, stesso compito svolto oggi dall’Ente Carnevalesca.

Oggi il Carnevale di Fano è la festa più popolare delle Marche alla quale partecipano  centinaia di migliaia di persone. A sfilare per le vie della città cinque carri allegorici preceduti dal “pupo”, detto anche “vulon”. Il “pupo”  non è altro che il capro espiatorio caricato di tutte le colpe dell’anno e degli atti licenziosi compiuti durante i festeggiamenti del carnevale. L’ultimo giorno di carnevale il “pupo” viene portato in piazza e bruciato ponendo fine ai festeggiamenti. La tradizionale sfilata dei carri allegorici è accompagnato dal “getto” di quintali di caramelle e cioccolatini sulla folla di partecipanti, uno dei momenti che caratterizzano maggiormente la manifestazione.

La sfilata viene chiusa dalla “Musica Arabita” storica banda musicale fanese nata nel 1923 che utilizza come strumenti barattoli di latta, pentole e brocche, rendendo ancor più allegro il giù vivace clima carnevalesco. Come ha scritto Fabio Tombari, la “Musica Arabita” è una festosa diavoleria, un esempio vivente della genialità ed umorismo degli artigiani fanesi, quelli stessi che da sempre con sacrifici durissimi allestiscono con l’aiuto di veri artisti i grandi carri allegorici.

 Le novità del 2011

Il Carnevale 2011 si annuncia ricco come non mai di novità che trasformeranno la città in un vero e proprio contenitore di eventi, non solo nelle domeniche delle sfilate dei carri allegorici (20 e 27 febbraio, 6 marzo), ma anche durante le settimane che si troveranno a cavallo dei corsi mascherati.

Sicuramente le novità più attese sono i quattro nuovissimi carri che sfileranno lungo viale Gramsci: ‘Made in Italy’ di Paolo Furlani, ‘Profezia Maya’ di Ruben Mariotti e Matteo Angherà, ‘Tecnologie Carnevalesche’ di Daniele Mancini Palamoni e ‘Sveglia è ora del Carnevale’ di Giorgio Bargnesi. Al professore Luigi Piccinetti, invece, il compito di realizzare una mascherata dal titolo ‘La cicala e la formica’, in collaborazione con il gruppo ‘Gommapiuma x caso’ e ‘Amici di Rosciano insieme’, formata addirittura da 80 pezzi e cinque carri piccoli. Altre mascherate verranno realizzate dal ‘Laboratorio geniale’ e dal club ‘Non solo donna’.

Quest’anno faranno poi ritorno al Carnevale di Fano i prodotti della Perugina e in particolare i classici Baci che per tanti anni sono stati il simbolo della manifestazione. Baci e dolciumi di ogni genere saranno lanciati a quintali sulla folla durante i corsi mascherati della domenica.

Un’altra significativa novità è rappresentata dal legame tra Carnevale e centro storico. Ogni corso mascherato inizierà e terminerà in piazza XX Settembre e le varie mascherate raggiungeranno viale Gramsci attraversando le principali vie del centro. Sempre in centro storico sarà allestita la Cittadella del cioccolato (da giovedì 24 febbraio a domenica 27 febbraio) con ben 25 stand in cui sarà possibile trovare goloserie di ogni tipo e perfino una vera e propria statua di cioccolato. Nella prima e terza domenica di Carnevale (20 febbraio e 6 marzo) la piazza ospiterà invece il Villaggio delle tipicità dove faranno bella mostra i prodotti tipici degli agricoltori associati alla Cia e alla Coldiretti.

Ci sarà poi una serata davvero unica nel suo genere, ‘La notte del bacio più grande’ (5 marzo) in cui tutti i partecipanti riceveranno una maschera per potersi divertire, solo per una notte, senza preoccuparsi del giudizio degli altri in puro stile carnascialesco. Sarà una festa che interesserà anche gli esercenti del centro che proporranno menu a tema, bevande studiate per l’occasione e banchetti di ogni genere per intrattenere grandi e piccini senza distinzioni di età.

Dal 12 febbraio al 13 marzo invece verrà realizzata, per la prima volta nella nostra città, una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Tra le varie novità dell’edizioni 2011 anche il Pala Arka Eventi, la struttura che verrà allestita il 10 febbraio nel lungomare di Sassonia, una tensostruttura all’interno della quale si svolgeranno avvenimenti musicali, culturali e gastronomici e soprattutto la tipica ‘Festa dla Gluppa’, sabato 26 febbraio.

Come ogni carnevale che si rispetti anche quello di Fano avrà la sua lotteria che metterà in palio ricchissimi premi per ognuna delle tre estrazioni che saranno abbinate alle domeniche del Carnevale. Il biglietto costerà 2,50 euro e sarà venduto da alcune associazioni del territorio. La prima domenica (20 febbraio) si estrarrà il fortunato vincitore della Toyota Aygo 3 porte fornita dal Concessionario Lesauto srl Fano Pesaro, il secondo e il terzo premio saranno invece forniti da Bargnesi di Casioli di Fano per tutte le 3 domeniche e saranno uno scooter 50cc ed una bici elettrica. Per l’estrazione del 26 febbraio in palio una Ford Ka fornita dal Concessionario Eusebi spa e per l’ultima estrazione, quella del 6 marzo una Seat Ibiza a 3 porte concessa dal Concessionario Mega Auto srl di Fano e Senigallia. Nelle domeniche dei corsi mascherati saranno premiate anche le migliori tribune mascherate: ai vincitori andrà un viaggio in una città d’arte, o in un agriturismo italiano per 15 persone offerto dall’Agenzia Viaggi Metauro che proprio quest’anno celebra i suoi primi 25 anni di attività.

Non poteva mancare anche quest’anno il gran galà in maschera a teatro (il 19 febbraio). Un evento giunto alla sua quarta edizione capace di coniugare il divertimento offerto dagli spettacoli con la squisita cena che sarà servita nei palchi. La manifestazione non ha lasciato nulla al caso visto che è previsto anche un raduno per camperisti e motociclisti.

Il Carnvale è anche cultura. Il sabato pomeriggio e la domenica mattina le guide turistiche della città accoglieranno i visitatori che desiderano scoprire le bellezze storico-artistiche di Fano accompagnandoli in suggestive visite guidate del centro storico (Prenotazioni: Tel. 0721.855987 – Cell. 333.6008795).

 Insomma, quest’anno un Carnevale da non perdere!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...